Valerio Magrelli e Carlo Lorenzetti

Guardando le colonne di profughi da casa mia (2001)


Che poi è uno schifo, a osservarlo da vicino,

un calcestruzzo di polvere, di paglia, di saliva,

povero intreccio nato da secrezioni e steli

con una vaga idea compositiva.

Un filo oggi, un filo domani,

e viene fuori un cestino in fibra vegetale,

bolo raffermo, pasta

che l’abitante, insieme, abita e mastica.

Questa casa di bava è fatta

come i figli che accoglie,

materia generata, materiale

genetico, tuorlo di trasmissione.

Per questo, senza nido,

ora avanzano ciechi,

perduti nella notte

della loro identità.


Autori: Valerio Magrelli e Carlo Lorenzetti

Titolo: GUARDANDO LE COLONNE DI PROFUGHI DA CASA MIA

Descrizione: contiene una poesia di Valerio Magrelli.

Intervento grafico e materico di Carlo Lorenzetti nelle pagine interne e nella copertina

Carta: Hahnemühle 300 gr.

Tiratura: 28 esemplari, numerati e firmati dagli autori

Dimensioni: cm 36 x 21

Realizzazione: aprile 2001